chiama il numero verde

Vuoi un contatto diretto con noi?
CHIAMA ORA SENZA IMPEGNO!

3P per realizzare Più Clienti e Più Profitti per la Tua Impresa


Se c’è una cosa che dovresti ascoltare sono le conversazioni fra Andrea (il socio-modello) e me (il socio-monello)… e di chi parliamo? DI TE!

Di te imprenditore, Intraprenditore! Della tua impresa. Di come metterti in condizioni di vivere questo periodo come una delle migliori opportunità della tua vita.

Da quando abbiamo scelto di specializzarci per affiancare in modo ideale gli imprenditori che gestiscono un business locale, abbiamo dovuto-voluto evolvere le nostre conoscenze, le nostre tecniche, le nostre azioni.

A proposito, cosa intendo quando parlo di Business Locale?

In realtà a definirlo ha pensato Andrea:

Un Business locale è un business la cui clientela orienta le proprie decisioni di acquisto in base alla prossimità. Ergo due elementi identificativi sono la vicinanza e la conseguente possibilità di instaurare una relazione diretta: gli imprenditori che gestiscono un business locale vedono visi, stringono mani.

Siamo stati i primi (ed unici) a creare un Sistema espressamente rivolto agli imprenditori locali.
Perché te lo scrivo? Perché tu riconosca subito che ciò che ti chiediamo di fare (e che ti ribadisco nel prossimo paragrafo)… è anzitutto ciò che abbiamo fatto noi per primi!

  • Abbiamo studiato il mercato della formazione (come tu devi analizzare il tuo).
  • Abbiamo individuato un target e il suo problema più sentito (imprenditori che sviluppano un business locale alle prese con la più imponente trasformazione dell’ultimo secolo, tornerò su questo più avanti).
  • Abbiamo messo a punto un Sistema calibrato alla perfezione su questo target e sulla soluzione di questo loro problema (il nostro Fattore Differenziante).

Banner_orizz

Siamo stati i primi, definendo una categoria che prima non c’era ed abbandonando tutte quelle imprese che non rientravano nel nostro target: dimostrazione chiara e forte che anche noi – come chiediamo di fare a te – abbiamo abbandonato senza indugi il “tutto per tutti” per puntare sul “qualcosa per qualcuno”.

E tutte le volte che qualche imprenditore ci dice “va beh, che senso ha, potevate estendere la vostra attività anche ad altre tipologie di imprese…” ci rendiamo conto del perché tanti imprenditori stiano incontrando così grandi difficoltà in questo periodo!

Non è (solo) per la crisi. Non è (solo) per governo, tasse, burocrazia.
Ovviamente questi sono problemi attuali, reali. Ma il primo nemico l’imprenditore se lo trova davanti agli occhi ancor prima di aprire la sua impresa: parlo del suo specchio.

La mia vita professionale è cambiata in meglio nell’esatto momento in cui ho realizzato che il problema non era “là fuori”, ma era in me, o meglio, nel mio Metodo, nel mio Atteggiamento.

Fior di imprenditori si ostinano a sentirsi vittime del momento storico o di qualcuno (stato ladro, concorrenza sleale, clientela che non capisce – pensa solo al prezzo), e più si sentono vittime, meno si riconoscono la voglia e la possibilità di cambiare le cose.

Se vuoi trarre massimo profitto da questo post, e dalle tre P (dai, pazienta, non manca molto a scoprirle), devi anzitutto sentirti responsabile dei tuoi successi come dei tuoi insuccessi. Finché ti senti impotente farai fatica a riconoscerti la possibilità di cambiare le cose.

La verità è che è cambiato il modo di essere imprenditori, di fare gli imprenditori. E qui sta il primo problema:

Molti imprenditori incontrano enormi difficoltà perché gestiscono le loro imprese come facevano “ieri”, o come le gestivano i loro predecessori.

Prendo un esempio, fra le decine che potrei portarti. PARLIAMO DEL PASSAPAROLA.

Una volta là fuori c’erano “100” clienti potenziali, e voi eravate in “10” a spartirveli. Va da sé che, potenzialmente, ognuno di voi poteva contare su un passaparola potente, visto che influenzava un volume maggiore di clientela – di mercato.

Oggi là fuori i clienti potenziali sono molti meno, e voi siete raddoppiati, se non decuplicati. In questo scenario, anche il passaparola si indebolisce, perché la gente reperisce da sé le informazioni, non si limita al passaparola, lo integra in primis con una ricerca su internet.

Immagina l’impatto che ha avuto questa evoluzione soprattutto per gli imprenditori che gestiscono un business locale!
Immagina l’agente immobiliare, la concessionaria auto, il negozio di abbigliamento, la cartolibreria, il salone d’acconciature, il centro estetico, il meccanico, l’idraulico, l’elettricista, l’agenzia viaggi, il ristorante, il bar, il libero professionista…commercianti, artigiani, liberi professionisti, imprenditori nei servizi che hanno imparato a gestire la propria impresa o da mamma e papà (che l’avevano creata), o dall’ex datore di lavoro (che da padrone è diventato concorrente)…

E cos’hanno fatto? Troppo spesso, ahimè, le stesse cose che hanno imparato.
Solo che quanto hanno imparato non vale più.

E’ come il giovane indiano che imparava a tirare le frecce come papà, magari riuscendo ad essere anche più preciso di lui… ma poi finiva ucciso dal primo colpo di fucile.

Quali sono state di fronte al cambiamento le risposte di molti, troppi imprenditori “locali”?
Rabbia, frustrazione, panico. Finanziamenti accesi per continuare a fare le stesse cose. Risparmi di una vita sprecati a fare le cose sbagliate.

Nel mio primo libro, Sono il mio eroe, scrissi una frase che mi ha pesato molto scrivere, e che qui oggi ripropongo “arrangiata” per l’occasione. La frase è: “Questo non è un mondo per deboli”

Questo non è un mondo per imprenditori deboli.
Twittami

L’imprenditore debole è colui che continua a fare le stesse cose, o peggio a non far niente.
Che si ostina a non approfondire la differenza fra Strategia e Tattica, non studia il suo mercato, non conosce abbastanza la propria clientela, soprattutto quella potenziale.
Colui che snobba internet, sottovaluta l’impatto che ha nei criteri di scelta dei consumatori.
La lista degli errori sarebbe lunga, mentre noi (tu ed io) vogliamo concentrarci sulle soluzioni, giusto?

ORA, immaginiamo che tu sia un imprenditore che gestisce un business locale. Fin dalle prime righe ti sei sentito dire che io/noi siamo specializzati nel mettere te in condizioni di diventare il Numero 1 del tuo mercato locale.

Ecco, come?
Come pensiamo di poterci riuscire?
Come pensiamo di poterti essere utili?

La risposta sarebbe fin troppo semplice: “vieni al corso e lo capisci”.

Ma questa risposta presterebbe il fianco a due enormi problemi.

Il primo problema è che tu potresti non venire perché di corsi te ne propongono uno al giorno e hai paura che sia tutto inutile, che sia tutta fuffa.

Il secondo problema è che io non voglio che tu venga al corso. Almeno non voglio che tu ci venga così, sfiduciato, stizzoso, convinto che non ci sia niente da fare.

Andrea ed io abbiamo impiegato anni (due per l’esattezza; abbiamo cominciato a lavorarci nella primavera del 2010 e abbiamo proposto la prima edizione di Intraprenditori Live il 20, 21, 22 aprile 2012) per mettere a punto il Sistema Intraprenditori.

Possiamo esserti molto, molto utili a patto che tu venga a Intraprenditori Live consapevole di ciò che puoi cominciare a fare fin da subito per diventare il N.1 del tuo mercato locale.
Fin da subito, fin da questo post.

Banner_orizz

Se non cogli nei dettagli cosa possiamo fare per te, come possiamo metterti in condizioni di diventare il Numero 1 del tuo mercato locale, beh, lascia perdere il corso.

Qui e ora stai per conoscere le colonne portanti del Sistema che ti suggeriamo di applicare per portare la tua impresa al massimo livello di sviluppo possibile.

Perché il Sistema Intraprenditori non ha segreti (A proposito, dubita sempre di chi ti parla di segreti segretissimi e con questa scusa non approfondisce i contenuti dei suoi corsi!)

Il Sistema Intraprenditori sta producendo risultati concreti, tangibili, i migliori che si possano vantare: quando decine di nuovi Intraprenditori portano al successo le proprie imprese, significa una sola cosa, che IL SISTEMA INTRAPRENDITORI FUNZIONA.

Poche palle, le chiacchiere stanno a zero.
Se vieni al corso e a distanza di qualche settimana, di qualche mese, puoi portare la tua impresa a diventare n.1 del tuo mercato locale, significa che hai investito molto bene il tuo tempo e il tuo denaro. Punto.

Ora, PERCHÉ il Sistema Intraprenditori funziona? Perché si basa su questo motto:

Mettercela tutta nel fare le cose giuste
Twittami

Gli dedico solo poche righe, poi approfondiamo il Sistema e soprattutto le 3P.

Molti nostalgici imprenditori “vecchia maniera” continuano ad affermare che “l’unica cosa che conta è la passione”… bene, prova a fare con passione LE COSE SBAGLIATE, per una settimana, un mese, un anno… poi vedremo cos’è rimasto, della tua impresa e della tua passione!

È chiaro, CHIARISSIMO che la passione conti, ma guai a lasciarla da sola, a voler basare la nostra impresa solo sulla passione. Estendo il concetto di “passione” all’Atteggiamento Mentale, al come affronti i problemi, le opportunità, a come ti comporti – come comunichi con collaboratori, clienti, partner… te stesso.

Ecco, tutto questo rientra nel METTERCELA TUTTA.Mi fanno sorridere i proclami di chi demonizza la motivazione, la capacità di auto-motivarsi, di rispondere al meglio alle difficoltà, agli imprevisti, ai problemi. Come se dovessimo nascere tutti modello superman, carichi, motivati.

Bene inteso LONTANO DA ME chi banalizza questi concetti limitandosi a parlare di “pensare positivo”… salvo poi entrare in depressione alla prima difficoltà! Ci sono certi fenomenolesi che parlano di positività… solo quando già c’è!

Un imprenditore oggi, o meglio, L’INTRAPRENDITORE, OGGI, deve saper gestire alla grande il proprio Atteggiamento. Perché può scommetterci, incontrerà difficoltà, imprevisti, problemi… come dovrà sapersi motivare e gratificare di fronte alle difficoltà superate, agli imprevisti gestiti, ai problemi risolti, ai risultati conseguiti!

L’INTRAPRENDITORE, OGGI, deve imparare NON a motivare i propri collaboratori, bensì a metterli in condizioni di saper motivare se stessi! Questo deve fare un motivatore: fare il motivatore non significa motivare gli altri, significa mettere gli altri in condizioni di motivare se stessi!

L’Atteggiamento è il METTERCELA TUTTA.

È una faccia della medaglia, una parte essenziale del Sistema Intraprenditori. Metterti in condizioni di padroneggiare ogni tuo Atteggiamento è fondamentale, soprattutto in un mercato competitivo, volubile, frenetico come quello di oggi.

L’altra parte del nostro motto dice “…NEL FARE LE COSE GIUSTE!”

Oggi devi prima definire la tua differenza
Poi devi comunicare la tua differenza.

Volendo è tutto qui.
Devi individuare per quale tipologia di clientela puoi risolvere un problema – soddisfare un bisogno meglio di come possono farlo i tuoi concorrenti.
Individuata questa tua Differenza, devi comunicarla in modo che quella tipologia di clientela sappia che esisti, riconosca cosa puoi fare per “lei”.

La più imponente trasformazione dell’ultimo secolo (ne parlavo all’inizio del post) consiste nel fatto che ormai, e sempre di più (nella quasi totalità dei mercati), la domanda sarà inferiore all’offerta.

Non è più come una volta: semplicemente oggi si produce più di quanto la gente possa comprare, perciò è INEVITABILE che qualcuno non venda ciò che ha prodotto, o non riceva un numero sufficiente di “ordini”.

(Su questo scriverò un altro post, dove partirò dal modello dei tre momenti della verità coniato da Procter & Gamble, e poi implementato da Google col suo “Zero momento della verità” (Zero Momenth of Truth)… e scoprirai come Andrea ed io ti suggeriamo di evolvere questi due concetti: UN’ESCLUSIVA RISERVATA AGLI INTRAPRENDITORI, ne parleremo quando sarà il momento.)

INSOMMA, la clientela potenziale cambia: 1 cambia il suo modo di documentarsi, 2 cambia il modo di restringere le opzioni, 3 cambia il modo di acquistare. Per questo motivo tu devi assolutamente evolvere il tuo marketing: agevolare il cliente IN OGNUNO DI QUESTI 3 MOMENTI.
Devi capire come influenzare al meglio i suoi nuovi principi psicologici di acquisto. In altri termini devi fare le cose giuste.

Il Metodo è FARE LE COSE GIUSTE.

È l’altra faccia della medaglia, l’altra parte essenziale del Sistema Intraprenditori. Metterti in condizioni di scegliere quali Strategie adottare e quali Tattiche siano più idonee per trasformare le Strategie in Azioni, le Azioni in Risultati. Soprattutto in un mercato che non è disposto a perdonare nemmeno il più piccolo dei tuoi errori.

Atteggiamento + Metodo: METTERCELA TUTTA NEL FARE LE COSE GIUSTE.
Ecco come devi muoverti per diventare il N.1 del tuo mercato locale.

Per rendere quanto più possibile operativo ed efficace il Sistema Intraprenditori, Andrea ed io sviluppiamo insieme alcune attività, mentre ce ne spartiamo altre (e ne siamo gelosissimi!).

In specifico io mi occupo delle 3P, mentre Andrea si occupa delle 3S.

Se vuoi conoscere le 3S… chiedile ad Andrea 🙂
Ci scriverà un post quanto prima.

Se vuoi conoscere le 3P… continua a leggere.

PREMETTO (può esserti utile sia a capire cosa faccio io… sia soprattutto cosa puoi fare tu, “con” e “per” la Tua Impresa): io mi definisco un Imprenditore della Formazione.

Ho capitalizzato la mia ventennale esperienza al fianco di migliaia di Imprenditori che sviluppano un business locale per diventare uno dei massimi esperti di Atteggiamento Mentale e Comunicazione Efficace. 

Non si tratta solo di “esperienza”: in ambito di Atteggiamento Mentale e Comunicazione Efficace, ho ideato tecniche, creato modelli, sviluppato nuovi concetti che ispirano quotidianamente centinaia di miei colleghi (e ahimè anche qualche #sformatore copia&incolla).

Qui  non si tratta di fare a gara a chi ce l’ha più lungo, si tratta di capire che posso definirmi una vera e propria autorità in ambito di Atteggiamento Mentale e Comunicazione Efficace, soprattutto quando Atteggiamento Mentale e Comunicazione Efficace vanno applicati da imprenditori che sviluppano un business locale.

Non sono un formatore che fa ogni tipo di corso.
Sono uno dei massimi esperti in Atteggiamento Mentale e Comunicazione Efficace.

Andrea (il socio-modello) sta al marketing e alla sistematizzazione come il sottoscritto sta all’Atteggiamento Mentale e alla Comunicazione Efficace.

INSIEME ti forniamo IL Sistema, il Sistema Intraprenditori per diventare il Numero 1 del tuo mercato locale.

Banner_orizz

Prima di scoprire le “mie” 3P è opportuno, MOLTO OPPORTUNO, che tu ti ponga qualche domanda, per esempio “perché lele mi ha ripetuto più volte questo concetto? E soprattutto, come io Intraprenditore posso farlo mio, interpretare a modo mio questo concetto?”.

Non resta che svelarti le “mie” 3P.

“P” come PERSONE
“P” come POTENZIALE
“P” come PERFORMANCE

Immagina che ogni piano di studio, che ogni progettazione di un momento formativo, che ogni produzione (audio, video, corso live) PARTANO DA QUESTE TRE P.
È come programmare la meta impostandola sul navigatore satellitare.
È come disporre di una bussola che mi consente di fare il miglior lavoro possibile.

 

“P” come PERSONE

Al centro di tutto ci sei tu. Perché? Chiariamolo con un esempio.

Se insegno la migliore tecnica di vendita ad un venditore che per qualche motivo non crede in se stesso, o non vuole cambiare… quanto funzionerà la tecnica? Esatto, meno di zero, perché più o meno consapevolmente il venditore la boicotterà.

Così per dare un vero, autentico contributo al Sistema Intraprenditori, la mia parte comincia studiando la Persona, le credenze che la animano, il modo in cui “processa” ciò che è, ciò che gli accade, ciò che sono – fanno le persone intorno.

Hai idea della rivoluzione che genera questo nel mio modo di approcciarmi a una materia, o a proportela in qualità di formatore? Esatto, tantissimo.

“P” come POTENZIALE

Partire dal presupposto che ogni persona abbia talento e che si tratta di metterla in condizioni di esprimerlo. No, non significa che una mucca possa nuotare come un delfino. Significa fare in modo che la mucca sia la miglior mucca che può essere.
Albert Einstein affermò “Ognuno è un genio. Ma se si giudica un pesce dalla sua abilità di arrampicarsi sugli alberi, lui passerà l’intera vita a credersi stupido.”

Spesso trovo imprenditori che con se stessi o con alcuni loro collaboratori commettono proprio questo sbaglio. Così devo programmare dei momenti formativi che li aiutino ad evitarlo.

In “Sono il mio eroe” ho scritto che “Spesso l’unico motivo per cui non riusciamo a fare certe cose è perché pensiamo di non poterle fare”.

Ho avuto l’onore, il privilegio di formare migliaia di imprenditori, e centinaia di loro hanno raggiunto risultati di assoluta eccellenza, talvolta superiori alle loro stesse ambizioni.
Ebbene, ho perso il conto delle volte in cui hanno scelto di cominciare a fare cose che all’inizio dicevano o pensavano di non poter fare, di non essere tagliati per farle.

Ci sono cose che vanno fatte: puoi delegarle o puoi imparare a farle, dipende. In ogni caso devi credere di poterci riuscire. O rischierai di riflettere limiti che in realtà non hai.

 

“P” come PERFORMANCE

Ci sono aspetti che possono rovinare oppure rendere memorabile una tua performance.

Ho letto svariate ricette per realizzare la miglior performance, ma come diceva Pino Daniele “ogni scarafaggio è bello agli occhi di sua mamma”… e quindi per me la mia formula è la migliore.

Personalmente ritengo che una Performance sia il risultato di tre fattori:
POTENZIALE X METODO X ATTEGGIAMENTO

Del “Potenziale” ho già detto, riguarda il talento, le tue attitudini ed abilità, ciò che sai fare meglio o in minor tempo.
Del “Metodo”, idem, riguarda il modo in cui capitalizzi le tue conoscenze ed esperienze.
Idem anche “Atteggiamento”, inteso come il modo in cui ti approcci mentalmente alla performance… ma qui fra poco avrò qualcosa da aggiungere.

Potente. A differenza di altre formule che ho letto, a mio avviso la mia propone una giusta proporzione fra talento ed atteggiamento. Perché sì, sono il primo fan dell’Atteggiamento Mentale, ma guai a credere che basti da solo a garantire una performance eccellente.

Oh, è la mia formula, se ti piace usala, se ne preferisci un’altra… usa l’altra 🙂

Ecco cosa mi preme aggiungere a proposito dell’Atteggiamento quando si tratta di esprimere la migliore Performance.
Quando ho sviluppato il Codice dell’Intraprenditore ho posto un doveroso accento su alcuni aspetti ahimè tanto riconosciuti da tutti… quanto snobbati nella realtà dei fatti. Come dire che tutti sanno che certe cose vanno fatte… ma poi non le fanno!

In primis parlo del FOCUS, della capacità di concentrarsi su ciò che si fa, nel momento in cui lo si fa.
Sta storia del multitasking ha davvero rotto! Basta farsi influenzare pesantemente dai “disturbi”, siano essi il cellulare o il telefono o qualcuno che irrompe nell’ufficio mentre facciamo altro! Serve disciplina, serve capire che il tuo Focus è parte portante del tuo Atteggiamento!

Evito di finire fuori tema, perciò ti suggerisco di approfondire la conoscenza del Codice dell’Intraprenditore, che di certo ti sarà utile per lavorare sul tuo Atteggiamento Mentale.

Ecco, adesso conosci le mie 3P !!!
Persone, Potenziale, Performance.

Il mio modo di essere e di fare il formatore comincia da qui. Il mio contributo al Sistema Intraprenditori riflette fedelmente questi tre presupposti, esattamente come Andrea si fa ispirare dalle sue 3S.

L’auspicio è che questo post ti torni utile due volte:

  1.  la prima volta per capire chi sono, come ragiono, come conto di esserti utile se sceglierai di investire tempo e denaro “con” me 🙂
  2. la seconda volta per definire a tua volta il Tuo modo di essere e di lavorare! Perché quanto più hai le idee chiare sul modo in cui lavori, quanto meglio ti riuscirà ciò che farai.

È un mercato duro, spietato, proprio per questo può riservarti soddisfazioni straordinarie!

Solo devi METTERCELA TUTTA NEL FARE LE COSE GIUSTE. E mettere i tuoi collaboratori in condizioni di fare altrettanto. E mettere i tuoi clienti potenziali o acquisiti in grado di capire che lo fate.

Possiamo esserti molto, molto utili, a patto che tu venga a Intraprenditori Live consapevole di ciò che puoi cominciare a fare fin da subito per diventare il n.1 del tuo mercato locale.

Studiati bene sia il sottoscritto e le mie 3P, sia Andrea e le sue 3S, poi ricorda il doppio approccio: oltre a capire cosa possiamo fare per te, chiediti come puoi descrivere il tuo Sistema e come puoi codificarlo in modo che da un lato ti rappresenti e dall’altro sia riconducibile a te!

Banner_orizz

Lele Canavero

Vuoi leggere tutti gli articoli scritti da ?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

5 Video GRATUITI rivelano...

“Porta il tuo Business al suo livello successivo IN SOLI
90 GIORNI focalizzando la tua attenzione sull
uniche 5 cose realmente importanti.”

(Il business è un processo di semplificazione!)

Compila il modulo qui sotto per inoltrare la tua richiesta di partecipazione

Compila il modulo qui sotto per accedere al video!

e trasforma le parole in vendite!

Compila il modulo qui sotto per accedere al video!

E applica la strategia in 15 minuti!

Compila il modulo qui sotto per accedere ai materiali

Compila il modulo qui sotto per procedere con il pagamento

Compila il modulo qui sotto per procedere con il pagamento

Need Help?

I’m Here To Assist You

Something isn’t Clear?
Feel free to contact me, and I will be more than happy to answer all of your questions.