chiama il numero verde

Vuoi un contatto diretto con noi?
CHIAMA ORA SENZA IMPEGNO!

Ho iniziato come artigiana, oggi progetto una catena in franchising

Vengo da una famiglia di commercianti, di quelli vecchio stampo che con il loro negozietto portavano avanti la famiglia. Per caso, dopo aver fatto al scuola di toelettatura, mi sono ritrovata a diventare dipendente.

Il vantaggio dell’essere dipendenti era che a fine serata, finito il lavoro, non dovevo più pensare a niente.  Lo svantaggio era quello di dover, in un certo modo, sottostare alle politiche dell’azienda.

Dopo alcuni anni trascorsi così ho capito che…non era quella la mia strada.

Cosi, nel Febbraio 2015, ho aperto il mio negozio, sempre con la mentalità da commerciante inculcatami dalla famiglia. Il mio scopo era stato raggiunto: crearmi uno stipendio senza dipendere da nessuno.

Nei primi 4 mesi di attività riesco a raccogliere un bel po’ di debiti ma poi un giorno per caso scopro Intraprenditori.
BOOM!!! MI SI APRE UN MONDO NUOVO!!

Mi iscrivo ad un corso e mentre ero sul treno per Bologna mi dicevo: “Chiara dove stai andando? Con questi soldi avresti potuto pagare le spese del negozio!”

Ho fatto i salti mortali per poter partecipare a questi corsi perché la mia situazione economica non me lo permetteva.  Oggi dico che è stato l’investimento migliore e ben riuscito di tutta la mia vita!

 

Ma cosa è accaduto in questi 2 anni?

La prima strategia adottata da Chiara è stata quella dell’aumento dei prezzi per selezionare la clientela:

Questo mi ha fatto fare un bel salto in avanti. Aumentando i prezzi si scremano i clienti e si evitano tanti problemi e discussioni. Aumenti il livello qualitativo e di conseguenza anche quantitativo per ogni singolo cliente.

Nel primo confronto con Andrea Lagravinese avevo fissato il mio obiettivo: quello di raggiungere 200 lavori al mese. Oggi ho una media di 130 lavori al mese, ma con un incasso pari ai 200 lavori grazie all’aumento dei prezzi. Lavoro meno e guadagno di più

 

Il grafico che rappresenta l’aumento dei fatturati di Chiara è rappresentato qui sotto.

Alla base di questi risultati ci sono state anche tante azioni operative:

  • focus sulla vendita di prodotti per la toelettaura (in 20 giorni ha eguagliato il fatturato dell’anno precedente relativo a questo comparto);
  • azioni di fidelizzazione della clientela già acquisita;
  • eliminazione dei servizi a basso margine;
  • azioni finalizzate ad aumentare la frequenza di acquisto dei clienti;
  • creazione di una database di contatti con cui alimentare la conversazione ecc

 

Tutto questo ha portato Chiara a diventare la n.1 del suo mercato locale, sia in termini di percezione che di numeri oggettivi (“Sono la toelettatura che lavora di più” – dice nell’intervista).

Adesso però con questo aumento sembra proprio che Chiara stia raggiungendo il limite massimo di lavori che ha la possibilità di prendere, ecco perché da qualche mese il suo obiettivo è diventato più grande. Non più gestire un negozio, ma progettare una catena in franchising.

Sono passata in un anno e mezzo dall’avere una partita iva ad essere un’imprenditrice che progetta un franchising.

Questo perché arrivi ad un punto, seguendo Intraprenditori, in cui ti chiedi: “Cosa ho meno di un imprenditore di successo? Cosa mi manca?”

E la risposta è: NULLA!
Ogni giorno aggiungi un tassello in più e ogni giorno ti senti sempre più consapevole di ciò che impari e di ciò che sei.

 

Il Brand è ormai pronto e rappresenta quella che Chiara ha individuato come sua differenza.

Nel frattempo sono già iniziati i corsi della scuola di toelettatura di Chiara, in cui lei insegna il suo metodo per formare delle persone che possano prendere in mano le redini del suo progetto e aiutarla a duplicarlo.

Negli ultimi due anni ho imparato a lavorare sul business e non più nel business e questo fa una grande differenza.

Un’altra cosa che ho imparato è l’inutilità di vivere con ansia il raggiungimento degli obiettivi, questo perché ho capito che gli obiettivi possono essere modificati o addirittura stravolti completamente.

L’importante è essere consapevoli di ciò che siamo e di dove vogliamo andare.
Nessuno dice che sia facile ma niente è impossibile!

Questa è la storia di Chiara Paone, la storia di una persona che ha iniziato la sua avventura imprenditoriale non per inseguire un sogno o un’aspirazione ma solo per sfuggire ad un lavoro da dipendente che le stava stretto.
E con il tempo si è ritrovata a sperimentare sempre di più la voglia di crescere e pensare in grande.

Ecco, la capacità di pensare in grande è una delle caratteristiche che più ricerchiamo negli imprenditori.
Una caratteristica che qualcuno sa già di possedere e che qualcun altro può scoprire iniziando con noi un percorso.

Non importa, quindi, se oggi sei un artigiano, hai una piccola impresa o un piccolo negozio. Quello che conta è che tu ti riconosca un potenziale molto più grande di quello che oggi stai esprimendo e che abbia una voglia matta di tirarlo fuori.

Se ti identifichi in questo profilo, il tuo prossimo passo è uno ed uno soltanto: richiedere una consulenza gratuita per partecipare alla nostra Master Class Intraprenditori UP riservata a soli 25 imprenditori. I più ambiziosi e determinati a far crescere il loro business e la qualità della loro vita verso un nuovo livello.

 

Hai investito centinaia di euro in pubblicità
con scarsi risultati?
Non è colpa tua!

Questo REPORT GRATUITO rivela perché la tua pubblicità NON attira clienti (e profitti) e ti offre un Modello "Copia & Incolla", specifico per i business locali, con cui creare una pubblicità che funziona semplicemente seguendo gli esempi proposti

Special Report Gratis per attività locali

Scaricando il Report ti iscrivi alla nostra newsletter con la quale ricevi articoli e risorse gratuite per portare il tuo business al prossimo livello. Potrai disinscriverti in qualunque momento con un semplice click. Noi rispettiamo la tua privacy.

ATTIVA COOKIES